Contenuto Principale
FRONTE ACQUA: LEGA IN PRIMA LINEA PDF Stampa E-mail
Stoccate di Puccio - Archivio

 

E così, in queste gelide mattinate invernali, passeggiando per le ghiacciate vie cerianesi, può capitare di imbattersi in certi manifesti affissi dalla pseudo-lista civica Pd – Ceriano al Centro...

...che recitano: “Abolizione merito della Lega ? E’ FALSO. La tassa di depurazione è stata abolita da una sentenza della Corte Costituzionale (sentenza 35 del 10 novembre 2008) su azione promossa dal Giudice di pace di Gragnano (NA). Il giudice di pace di Gragnano ha la tessera della Lega Nord? Perché non l’ha abolita con un’iniziativa dei suoi Deputati o dei suoi Senatori?”.
Mettiamo le cose in chiaro.
La Lega non ha mai inteso defraudare la Corte costituzionale di una sua sentenza né appropriarsi dei meriti di essa né, tantomeno, prendersi gioco dei cittadini di Ceriano Laghetto.
Nel primo articolo comparso su www.leganordceriano.it non solo tale pronuncia è espressamente citata ma, addirittura, SCARICABILE.
La penultima stoccata è interamente dedicata all’analisi della sentenza della Consulta e solamente alla terz’ultima riga si dice: “Non dimenticatevi di ritirare i relativi moduli presso la nostra sezione e non esitate a contattarci per qualsiasi informazione”. Punto. Niente salamelecchi né panegirici.
Ma continuiamo.
Uno dei capisaldi dell’ordinamento italiano e, più in generale, dei sistemi giuridici europei è il celebre principio di separazione dei poteri, elaborato da Montesquieu nel XVIII secolo.
Tale postulato definisce i tre poteri nei quali uno Stato si articola e incardina:

potere legislativo: il potere, cioè, di legiferare, di produrre leggi;
potere esecutivo o amministrativo: ossia il potere di DARE ESECUZIONE alla legge;
potere giudiziario o giurisdizionale: ovvero il potere di applicare la legge.

Il giurista francese, che non era uno sprovveduto, ben sapeva che una legge non si auto-esegue ma, affinché non resti lettera morta su di un uso-bollo ingiallito e polveroso, ha intrinsecamente bisogno di essere attuata: da qui la necessità di un soggetto, diverso dal Parlamento, che possedesse questa capacità: il Governo inteso, appunto, come Pubblica Amministrazione.
Che senso ha la Dichiarazione dei diritti dell’Uomo, se l’Onu non impedisce in concreto la pratica dell’infibulazione?
Che me ne faccio della norma che vieta la guida sotto l’effetto di stupefacenti, se la Polstrada non effettua controlli capillari il sabato sera?
A che mi serve la sentenza della Corte costituzionale che afferma il diritto al rimborso della “quota di depurazione”, se l’amministrazione comunale non si mobilita per rendere effettivo, concreto, palpabile, tale diritto?
Solo la Lega si è per prima mobilitata per rendere reale questo sacrosanto diritto, distribuendo ai cerianesi moduli e spiegando loro come districarsi nei labirinti della burocrazia italiana.
Il Carroccio si è preso la briga di redigere questi moduli; militanti e sostenitori hanno dedicato pomeriggi interi per distribuirli ed informare la gente.
La Lega lo ha fatto: e, in primis, il senatore Cesarino Monti; non Pd-Ceriano al Centro, non il deputato Walter Veltroni.
Io me li ricordo: me li ricordo Giuseppe e Dante e Paga e Erika e Borghe e Renato e tutti gli altri amici, distribuire i moduli, casa per casa, la domenica mattina, a meno quattro gradi, colle mani arrossate dal gelo di gennaio, mentre chi ora punta il dito ex cathedra e sperpera tempo a scrivere manifesti e note anti-leghisti di propaganda elettorale (tra l’altro con battutine che fanno piangere) si gustava il filetto domenicale al caldo dei termosifoni.
Ma il popolo queste cose le sa bene: ce lo confermano le vostre strette di mano e le vostre buone parole di incoraggiamento che ci scaldano il cuore e ci spronano a proseguire.
Perché anche se ci insultano definendoci impreparati e arroganti, anche se siamo soltanto baluba, trogloditi, razzisti, xenofobi e ultimamente barbari, di una cosa state pur certi: gli uomini della Lega, come angeli custodi invisibili e attenti, vegliano sui Cerianesi.

 

Lombardia libera!

Giovanni Angaroni

 

Image 

 

 

 
Ricerca / Colonna destra

Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Per saperne di piĆ¹ sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie provenienti da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information