Contenuto Principale
LE VERGOGNOSE ESCANDESCENZE DELL’OPPOSIZIONE PDF Stampa E-mail
Articoli - Gli Articoli scritti da noi

vieni avanti cretino

LE VERGOGNOSE ESCANDESCENZE DELL’OPPOSIZIONE

 

Il Consiglio comunale del 30 novembre dell'anno 2015 verrà ricordato negli annali della storia politica cerianese come il Consiglio dove per la prima volta a Ceriano Laghetto un capogruppo dell’opposizione dà del cretino al Sindaco, salvo poi ritirare tutto goffamente e porgere delle raffazzonate, quanto poco convinte scuse.

Il trombato ex-candidato sindaco, quello che agli occhi dei suoi sostenitori appariva come un cavallo vincente, invece è risultato essere un calesse di sconfitte e di gaffes permanenti.

Da premi nobel dell’economia mancati, finiscono per imbrogliare le carte, le parole e i concetti e di spacciare falsità ed insulti come verità pre-confezionate.

Da mesi cantano la storia del Comune in bancarotta sull’orlo del collasso, salvo poi carte alla mano, davanti all’evidenza, costretti a riconoscere il buon lavoro fatto dall’ufficio contabile del Comune, facendo marcia indietro proprio nell’ultimo Consiglio comunale.

Il nostro eroe, che in campagna elettorale si vergognava di essere cerianese, a corto di argomenti -come sempre- ha inscenato una campagna propagandistica per infangare l’immagine del Sindaco.

Molto più verosimilmente sono i cerianesi che si vergognano di lui e dell’opposizione che rappresenta.

Evidentemente egli per riportare la sua sgangherata opposizione nella stanza dei bottoni cerianese è disposto a tutto. I suoi seguaci dopo anni all’opposizione sono a digiuno, hanno fame e picchiano i pugni sul tavolo. Ordinano e suggeriscono (male), disposti -meglio- disposte a tutto, sognando il potere perduto. Solo così si possono spiegare i continui attacchi pieni di falsità e cattiveria messi in atto da un'opposizione frustrata che ha perso la speranza.

La Lega non si farà intimidire da questa accozzaglia di pusillanimi. Il susseguirsi dei loro squallidi opportunismi non impedirà a costoro una lenta, costante e irreversibile discesa nel dimenticatoio dei codardi.

 
Ricerca / Colonna destra

Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie provenienti da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information